Diadinamiche

Le correnti diadinamiche sono formate da onde con impulsi unidirezionali e sempre positivi, queste onde si ottengono modificando la corrente elettrica sinusoidale a bassa frequenza e combinandole e modulandole tra loro.

Gli effetti terapeutici delle correnti diadinamiche sono diversi: come l’effetto analgesico, trofico ed eccitomotorio.
La terapia con correnti diadinamiche viene fatta tramite elettrodi con grandezze in base all'area da trattare, l'elettrodo attivo (in corrispondenza del maggior dolore) mentre l'altro elettrodo viene messo nelle vicinanze.
Le correnti diadinamiche sono regolate in base alle sensazioni del paziente (appena percettibile) e la seduta dura 20 minuti.

Indicazioni al trattamento:
• Nevriti (sciatalgie, ernie cervicali, sindromi da compressione...)
• Tendiniti (gomito, polso, spalle, ginocchio e caviglia)
• Dolori muscolari e traumi articolari artropatie acute e croniche

Controindicazioni:
• Pazienti portatori di pace-maker
• Donne in gravidanza